Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
INFONLINE

INFONLINE

In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso

Come conservare gli alimenti

verd.jpg

Per conservare frutta, verdura ed altri alimenti nel frigorifero e nel congelatore, esistono diversi materiali: sacchetti, alluminio, pellicola, contenitori in vetro o di plastica; ognuno però ha vantaggi e svantaggi, ed in base ad essi è più indicato per determinati usi che per altri, vediamoli nel dettaglio:
- I sacchetti sono molto utili per conservare il cibo perchè lasciano vedere il contenuto, sono ideali per conservare cibi sfusi o di piccole dimensioni e non danno nessun tipo di problema igienico. Prima di chiudere il sacchetto bisogna prestare attenzione a far uscire tutta l'aria. Il sacchetto traspirante è adatto per conservare la verdura nel frigorifero, mentre quello resistente è indicato per congelare gli alimenti. L'unico svantaggio del sacchetto è che si rompe facilmente.

imagesCA4MD3JH.jpg-

I contenitore in vetro sono buoni, perchè oltre a poterne vedere il contenuto, consentono di conservare i cibi in modo ermetico e quindi proteggono il cibo dall'umidità e dall'ossigeno; gli svantaggi sono che lascia passare la luce, è pesante e poco resistente agli urti.

- I contenitori di plastica lasciano intravedere il contenuto e sono resistenti ma non tutti possono essere messi nel congelatore, può andare
nel freezer se vi è il simbolo di 3 cristalli di ghiaccio

- Se si usa la pellicola in plastica bisogna fare molto attenzione all'etichetta della confezione d'acquisto per accertarsi che essa sia a base di polietileni e non contenga Pvc, inoltre sull'etichetta potrebbero anche esserci riportati i cibi per cui se ne sconsiglia l'uso. Il vantaggio della pellicola è che si adatta ad ogni forma e può sigillare i contenitori, inoltre consente di individuare il contenuto; ma questo metodo di conservazione ha molti svantaggi in quanto non essendo completamente impermeabile all'ossigeno i cibi grassi possono irrancidire; non  è del tutto impermeabile agli odori quindi gli alimenti potrebbero assorbiri gli aromi di alimenti vicini; lascia passare la luce e non sempre si srotola con facilità.

imagesCAB160GF.jpg

- Al contrario della pellicola in plastica, quella in alluminio non fa passare la luce e quindi conserva bene gli alimenti sensibili a questo fattore, come: gli alimenti grassi, oleosi, gli ortaggi verdi in foglia; inoltre protegge gli alimenti da quelli che hanno un forte odore; ma gli svantaggi dell'alluminio sono molti oltre al fatto che non consente di vederne il contenuto, non deve mai essere utilizzato per conservare la frutta acida (agrumi, albicocche, fragole), i piatti molto salati (salumi,focacce, patatine, capperi, ecc.), cipolle, sottaceti o comunque cibi che contengono aceto, alimenti che rilasciano liquidi come carne o pesce; in quanto reagisce chimicamente al salato e agli acidi.
Personalmente per conservare le verdure e i salumi utilizzo i sacchetti per congelare; mentre per i sughi e altri piatti (come verdure cotte o altri piatti già cucinati, pesce crudo) contenitore in vetro o piatti uno da primo e uno da secondo sopra.

 

Cosa fondamentale da ricordare è che i cibi prima di essere riposti in frigo devono essere assolutamente freddi.

- Gli agrumi è preferibile che non siano conservati in frigorifero perché il freddo può farli diventare amari.
Il limone può essere tenuto in frigo nell'apposito cassetto per le verdure; ed una volta tagliato può essere conservato
in frigo su un piattino in modo che la parte aperta sia a contatto con il piatto.

- Le verdure vanno riposte nella parte meno fredda del frigorifero, meglio nei cassetti di cui solitamente il frigo è dotato proprio per questo.
La verdura non va lavata prima di essere riposta in frigo, ma va liberata dalle parti che vanno scartate e se c'è della terra va pulita con uno spazzolino e asciugata con carta assorbente attentamente, in quanto la presenza di acqua la farebbe marcire prima.

- La carne in frigorifero va conservata nel ripiano più freddo, avvolta nella pellicola oppure in contenitori chiusi, è bene comunque mantenerla isolata dagli altri cibi per evitare eventuali passaggi di batteri; il macinato deve essere consumato entro 24 ore, il pollo e il tacchino entro 48 ore,  gli affettati non confezionati e i prodotti freschi in generale entro 3 giorni. La carne di selvaggina può anche essere congelata, se posta in freezer subito
dopo l'acquisto, ricordandosi di posizionarla nei ripiani più freddi.

- Il pesce in frigorifero va riposto nella posizione intermedia, ed è preferibile che prima venga pulito e lavato; dev'essere consumato entro 24 ore. Il pesce può anche essere congelato in casa, se acquistato fresco e riposto immediatamente in freezer.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post