Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
INFONLINE

INFONLINE

In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso

Omocisteina che cos'è e iperomocisteinemia

L'omocisteina è un aminoacido ritenuto essenziale per il funzionamento e la crescita delle cellule; è un amminoacido non proteico prodotto dal metabolismo della metionina, un aminoacido solforato essenziale che viene introdotto nel nostro organismo con la dieta.

L'iperomocisteinemia, ossia il valore dell'omocisteina elevato, viene oggi considerata come uno dei più importanti fattori di rischio cardiovascolare, cerebrovascolari e vascolari periferiche; dato che un alto tasso di omocisteina aumenta il rischio di infarto, ictus ischemico cerebrale e trombosi venosa profonda. L'iperomocisteinemia è pericolosa anche:
- In gravidanza: aumento del rischio di aborti e dello sviluppo di spina bifida nel feto;
- Per lo sviluppo dell'osteoporosi: facilita ed amplifica la manifestazione della malattia;
- Nelle persone anziane: aumenta il rischio di sviluppare forme di demenza su base vascolare.


I valori ematici di omocisteina si distinguono in tre classi:
- valori normali: concentrazioni di Omocisteina inferiori ai 13 μmol/l;
- valori moderatamente elevati: concentrazioni di Omocisteina comprese tra 13 e 60 μmol/l;
- valori severamente elevati: concentrazioni di Omocisteina oltre i 60 μmol/l.


I fattori che determinano elevati livelli plasmatici di omocisteina possono essere molteplici e sono:
- fattori genetici;
- fattori fisiologici quali l'invecchiamento, la riduzione della funzionalità renale e l'ipotiroidismo:
- una dieta non equilibrata che comporta deficit vitaminico, la dieta vegetariana o vegana, gli eccessi di fumo, di caffè ed alcool;
- alcuni farmaci quali gli inibitori della pompa protonica, gli antiepilettici, gli anticoncezionali orali, i farmaci anti-Parkinson, il metotrexate (farmaco antitumorale).


Per prevenire l'accumulo di Omocisteina nell'organismo è sufficiente integrare la propria dieta con quantità adeguate di Acido Folico , Betaina, vitamina B6 e vitamina B12. L'integrazione quotidiana di 0.5-5 mg di acido folico riduce infatti del 25% i livelli di omocisteina nel sangue.

 

Per approfondire l'argomento:

- Lederfolin 2,5 mg bustine

www.educazionenutrizionale.granapadano.it/it/alimentazione-per-patologie/iperomocisteinemia
www.homocompany.it/omocisteina.php

Condividi post

Repost 0

Commenta il post

EpiNeo 05/24/2012 15:11

Ho letto su questo articolo un po' di inesattezze e soprattutto ho visto mancanze. Tutti coloro che parlano di omocisteina si dimenticano che è implicata in due cicli organici, non solo in quello
della metionina.
Per maggiori informazioni qui.