Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
INFONLINE

INFONLINE

In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso

I luoghi religiosi più importanti dell'Umbria

Se si desira approfittare del ponte del 1 Novembre per visitare luoghi religiosi, senza dubbio l’Umbria è la regione d’Italia giusta. Si può visitare:

sa-cascia.jpg-         A Cascia, piccolo paese della provincia di Perugia, la Basilica di S. Rita.

La Basilica, si trova nella parte più alta di Cascia, per arrivarci ci sono due modi:
- attraverso una strada esterna che costeggia il paese
- all'interno del paese, attraverso una strada in salita, attenuata da scale mobili.

 

 

La Basilica di Santa Rita non è molto grande, ma molto bella; ai lati del portale del Santuario ci sono scolpiti 10 episodi della vita di Santa Rita:
- Rita con le api,
- Rita che insegna ai figli a pregare,
- la morte del marito,
- l'ingresso al Monastero,
- la prova dell'obbedienza,
- Rita suora che dona il pane ai poveri,
- Rita che riceve la stigmata,
- il pellegrinaggio a Roma,
- le rose e i fichi in inverno,
- il transito.

All'interno della Basilica, sulla sinistra, dietro una grande cancellata in ferro battuto, un'urna in cristallo contiene il corpo di Santa Rita.

L’altare maggiore, è decorato da rilievi che raffigurano l’Ultima Cena.
Molto bello il tabernacolo ovale con al centro una rosa tra spighe di grano e tralci di vite ed il crocifisso con croce a forma di palme d’ulivo.

Vicino la Basilica c'è il Monastero dove Santa Rita visse 40 anni come monaca agostiniana e dove morì; esso si può visitare alla fine di ogni messa, il prete quando finisce di celebrare messa accompagna nel cortile del Monastero, dove, prima di lasciare liberi di visitare il Monastero, racconta tutta la vita di Santa Rita.

Per altre informazioni sulla Basilica e per gli orari di apertura e delle messe, si può consultare il sito internet ch'è www.santaritadacascia.org; non è di certo uno dei migliori siti possibili perché le informazioni che vi sono riportate sono scritte con un carattere piccolo, che rende la lettura difficoltosa, comunque è di facile consultazione.

 Sulla destra del Santuario c'è una strada in discesa, che porta alla Basilica Inferiore, qui, nell'abside di destra si venera "Beato Simone Fidati" (predicatore agostiniano e contemporaneo di S. Rita) e il "Miracolo Eucaristico; a sinistra vi sono custodite le spoglie della Beata Madre Teresa Fasce.

  -        -.-063.jpg Sempre in provincia di Perugia, ad Assisi si può visitare la Basilica di San Francesco;  è un luogo di grande attrazione religiosa e turistica, infatti giungono qui ogni giorno migliaia e migliaia di fedeli e di visitatori. La Basilica è divisa in due parti: Superiore ed Inferiore; nella Basilica Superiore, gli affreschi posti in alto, lungo le pareti della navata, ai lati delle grandi finestre, sono della scuola del Cimabue e di quella romana del duecento, e rappresentano "Le storie del Vecchio e del Nuovo Testamento". L'interno della Basilica Inferiore è ad una navata, divisa da cinque campate, con transetto, abside e cappelle laterali.

A metà della navata, due scalette ba.jpgconducono alla cripta, dove furono trovati i resti del Santo, ed è questo il luogo di più intensa religiosità dato che vi è la salma del Santo.

 

 

 

 

 

 

  

-         -.-059.jpgA Santa Maria degli Angeli, paese che dista 4 Km da Assisi, è sicuramente da vedere la Basilica di Santa Maria degli Angeli, costruita a partire dal 1569 per volere di papa Pio V, che incorpora le strutture del primitivo convento francescano. Questa Basilica è molto importante perché qui San Francesco decise di voler morire ed è qui che si formò la prima stabile comunità di frati. Le navate laterali sono arricchite da dieci cappelle, cinque a destra e cinque a sinistra, con storie che descrivono la vita di San Francesco e dei suoi più significativi seguaci, storie di Cristo e della Vergine.

 

-         Trovandosi in Umbria, se si ha tempo, si può vedere a Terni la Cascata delle Marmore, che, con i suoi 165m, divisi in 3 salti, è la più alta -.-005.jpgd'Europa. Questa cascata è artificiale, e venne realizzata alla fine del III sec. a.C. dal console romano M. Curio Dentato, facendo defluire le acque del Velino nel sottostante fiume Nera, mediante un canale detto Cava Curiana. A partire dal XV sec. e fino a tutto il XVIII sec. molti furono gli interventi effettuati dai più famosi architetti. Interventi mirati alla costruzione di altri canali, finalizzati a rendere migliore il deflusso delle acque, spesso impedito dai depositi calcarei che si accumulavano negli anni; questi interventi hanno portato la Cascata delle Marmore al suo aspetto attuale. Le acque della Cascata sono visibili solo in periodi e orari determinati, in quanto a partire dalla seconda metà dell'800 le sue acque sono sfruttate per la produzione di energia idroelettrica che ha dato vita all'industrializzazione di Terni. -.-010.jpgPer tale motivo è bene verificare preventivamente gli orari di rilascio dell'acqua. Per informarsi sugli orari si può consultare il sito internet www.marmorefalls.it, o telefonare al 0744/62982. I sentieri che si possono effettuare alla Cascata delle Marmore sono cinque e sono di diverso grado di difficoltà.

 

Se si è interessati ad approfondire i luoghi da visitare in Umbria si può consultare il sito sul turismo dell’Umbria www.itinerari.regioneumbria.eu

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post