Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
INFONLINE

INFONLINE

In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso

Foof museo del cane

Foof è il nome del primo Museo del cane in Italia, e si trova in Campania, precisamente a Mondragone (CE). Il Foof ha un parcheggio libero, non a pagamento; ed oltre all’area museo, vi è uno spazio per l’Agility Dog; il Giardino con Parco Giochi e Bar; Area Ristoro; Cani di allevamento e cani trovatelli.

mappa-foof.jpg
Il MUSEO è diviso in 9 sezioni:
1. “C’era una volta” è dedicata alla preistoria del cane e alla sua evoluzione, attraverso fossili originali.
2. “Arte da cani” vi sono opere artistiche (sculture, quadri, illustrazioni) che ritraggono cani.
3. “Il cane attore” ci sono manifesti di film famosi con cani, dai tempi di “A Dog’s Life” di Charlie Chaplin ai film più recenti come “Beverly Hills Chihuahua” della Walt Disney Pictures.
Personalmente mi piacciono molto i film con i cani, quindi ho visto tutti quelli di cui ero a conoscenza; infatti i manifesti li conoscevo quasi tutti.
4. “Un po’ di scienza” è una sezione con approccio scientifico per scoprire le caratteristiche e le curiosità sul corpo del cane. L’argomento è approfondito con l’analisi degli scheletri canini esposti.
5. “A tutto cucciolo” vi è un planisfero con 32 razze canine dove è riportata la Nazione di provenienza, e con delle stelline viene indicato quanto quella razza è più o meno vivace, fedele; e poi se può vivere all’aperto, in casa o entrambi.
A me ed ai miei familiari ha fatto piacere vedere quanto riportato sulle varie razze, vedere le differenze fra di loro.
6. “I collari” ci sono antichi collari, il cui scopo in passato era quello di difendere il cane dall’attacco di altri animali. I collari esposti sono più di 40 di diverse epoche e rifiniture.
7. “Si lavora?” parte dedicata ad alcune attività sportive e lavorative in cui sono impiegati i cani, come il traino di slitte, il salvataggio in acqua.
8. “Foof is cool” il cane nella società moderna, nel ruolo di “familiare” ed “amico”.
9. “Pausa pubblicità” raccolta di pubblicità con cani.
Poi vi è uno spazietto con tutti libri sui cani; inoltre c’è uno shop con articoli per la cura del cane (guinzagli, ossi, shampoo, ecc.).
Il Museo non è molto grande, ma è grazioso e ciò che mi è piaciuto è stato il fatto che ci hanno dato un registratore, che ci ha spiegato le varie sezioni del museo. Ascoltando la registrazione un po’ ci vuole per vederlo, ma in questo modo si può godere a pieno della visita.

 

AGILITY DOG
Per me una delle cose più belle di Foof è lo spazio per l’Agility Dog, ossia uno spazio con cui si può stare con il proprio cane liberamente (senza guinzaglio) e si può provare a fargli fare il percorso ad ostacoli o qualcosa di esso. Ci sono tutte le tipiche cose del percorso per l’agility dog, ostacoli da saltare di cui si può regolare l’altezza, tubi in cui passare, cerchio in cui passare, slalom, ecc. La mia cagnolina non ha mai fatto Agility Dog, quindi mi sono portata dei biscottini per cani per corromperla a fare qualcosa; la mia cagnolina è un po’ paurosa, quindi non aveva granché voglia di cimentarsi nella pratica sportiva; ma siamo riusciti comunque a farle saltare l’ostacolo e farle fare un po’ di slalom. Mentre eravamo lì è venuto un signore con la sua cagnolina che era già abituata a fare agility dog ed è stato bello vederla in azione.

agility.jpg

 

GIARDINO
Ci sono delle sculture di siepi molte belle, poi ci sono i recinti con i cani divisi per razze, che ovviamente sono molto belli; io non ho potuto soffermarmi molto a vederli perché abbaiavano tutti tantissimo dato che avevo con me la mia cagnolina, eppure lei non è mai aggressiva, non abbia contro gli altri cani, né tanto meno risponde; però loro evidentemente la vedevano come una violazione del loro spazio. Mio padre si è anche innamorato di un cane che ha visto, che effettivamente era molto dolce e simpatico. Oltre ai cani di razza che vendono, ci sono anche cani trovatelli, che però sono un po’ meno visibili.

giardino-foof.jpg

 

                                                                                                                                                                                                             All’entrata del museo vi sono delle sculture di cani grandissime.

foof.jpg

 

L'ANMLI, Associazione Nazionale Musei Locali e Istituzionali, l'11 aprile 2014 a Torino, ha assegnato a Foof il riconoscimento di Museo Innovativo.

 

Il costo d’ingresso è di 5 € e per i bambini fino a 13 anni 3 €.

 

ORARIO INGRESSO
- Infrasettimanale dalle 10 alle 18
- Sabato dalle 10 alle 20
- Domenica dalle 10 alle 22

Per essere sicuri sull’orario di apertura consiglio comunque di telefonare al museo tel. 0823 1811974, così da evitare spiacevoli sorprese in caso di variazioni.

Foof Museo del Cane ha un sito internet che è www.foof.it E’ fatto molto bene, chiaro e con tutte le informazioni su di esso.


ESPERIENZA PERSONALE AL FOOF
Da quando diverso tempo fa, avevo scoperto l’esistenza di Foof Museo del cane, avevo desiderato andarci e finalmente in una di queste domenica di Agosto ci sono stata con la mia cagnolina, il mio lui, ed i miei genitori; ed abbiamo passato due ore e mezza in questo museo in modo piacevole e tranquillo. Il Museo ed il giardino non sono molto grandi, ma godibili; il personale del museo è molto gentile, ed organizzano spesso eventi, il giorno in cui ci sono andata hanno fatto il quiz sul cane. E’ sicuramente un posto molto carino dove portare i bambini e dove fare una passeggiata con il proprio amico a quattro zampe. Se si va con troppe aspettative, e in modo specifico per il museo è possibile anche che si resti delusi; ma nel suo insieme ritengo che sia un posto meritevole, e mi auguro che possa crescere e che comunque venga sempre ben tenuto.

 

Altri posti in Campania:

Giardini di Villa Cimbrone, Ravello (SA)

Villa Rufolo, Ravello (SA)

Oasi Fiume Alento, Prignano Cilento (SA)

Condividi post

Repost 0

Commenta il post