Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
INFONLINE

INFONLINE

In tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso

La Basilica del Santo, Padova

bs.jpgLa Basilica del Santo si trova a Padova, in Piazza del Santo. Arrivati davanti alla Basilica ci sono tante bancarelle che vendono bei souvenirs ricordo dedicati a Sant'Antonio. La macchina si può parcheggiare a pagamento a Prato della Valle. La costruzione della Basilica del Santo è iniziata subito dopo la morte di Sant'Antonio il 13 giugno 1231, la basilica è un insieme armonico di stile differenti (romanico, gotico, veneto-orientale, barocco) che si è accresciuta lungo i secoli. Nel 1400 Donatello crea le sculture dell'altare maggiore e la statua equestre del Gattamelata.
Nel 1500 artisti rinascimentali rinnovano la Cappella del Santo (Andrea Briosco, bassorilievi di Jacopo Sansovino, Antonio e Tullio Lombardo e altri). Nel 1700 è opera di Giambattista Tiepolo e Filippo Parodi, i gruppi marmorei della Cappella delle Reliquie. Nel 1975/1985 Pietro Annigioni inizia il suo ciclo pittorico in Basilica con una tela dedicata a San Massimiliano Kolbe; nel 1981-1983 affresca la Cappella delle Benedizioni; nel 1984 nel refettorio del Convento, completa una grandiosa "Ultima Cena"; nel 1985 sulla parete al di sopra della porta centrale della Basilica dipinge
un maestoso affresco raffigurante il Santo mentre predica dall'alto di un noce.


All'interno della Basilica non è possibile effettuare foto, anche se all'interno troverete quasi certamente persone che non rispettono tale divieto, inoltre, bisogna essere vestiti adeguatamente al luogo e quindi in modo decoroso ed anche se estate senza pantoloncini, gonne corte, abiti scollati, ecc. All'interno della basilica ci sono dei contenitori dov'è possibile lasciare una candela per Sant'Antonio.
Sulla prima colonna della navata sinistra si può ammirare la Madonna del Pilastro. È stata affrescata, pochi anni dopo la metà del '300, da Stefano da Ferrara.
Sopra il primo altare a sinistra sta la pala di san Massimiliano Kolbe, anch’essa dipinta da Pietro Annigoni nel 1981. Nella prima navata di destra vi è la Cappella del Santissimo in cui si conserva l'Eucaristia; la cappella, è in stile gotico, e fu ultimata nel 1458. È di pianta quadrata, con quattro colonne agli angoli e la volta a spicchi con costoloni. Proseguendo lungo la navata destra, si raggiunge il transetto che si conclude con la Cappella di San Giacomo. Lungo la navata sinistra della basilica, poco dopo l'ingresso alla basilica, troviamo la tomba di Sant'Antonio, qui riposano da più di sette secoli sue le spoglie; alla tomba di Sant'Antonio si trova sempre molta gente, che poggiando la mano sulla tomba, rivolge un saluto affettuoso al santo e fa la sua personale preghiera al Santo. All'entrata della basilica ed anche nel chiosto del generale si trovano delle cartoline dov'è possibile scrivere una preghiera a Sant'Antonio e porla vicino la tomba del Santo.
Al segunete link www.carosantantonio.it/ita/cartolina.asp è possibile richiedere di ricevere la cartolina a casa e una volta scritta spedendola alla basilica, i frati provvederanno a porle alla Tomba di Sant'Antonio.
E' inoltre anche possibile scrivere direttamente sul sito una preghiera a Sant'Antonio al seguente link www.carosantantonio.it/ita/prega_santantonio.asp

 

CAPPELLA MADONNA MORA E CAPPELLA BEATO LUCA BELLUDI
Proseguendo il percorso sul lato sinistro della basilica, dopo la tomba, troviamo la Cappella della Madonna Mora, ch'è la chiesetta dell'antico convento francescano dove Sant'Antonio trascorse gli ultimi tempi della sua vita. La statua della Madonna Mora che
domina l'altare è stata realizzata nel 1936 da Rainaldino di Puy-l'Evéque.
I padovani l'hanno chiamata "Madonna Mora" per il volto colorito, ma il titolo esprime soprattutto il loro rapporto di confidente familiarità. Al lato sinistro della Madonna Mora, vi è la Cappella del beato Luca Belludi, ch'è stato compagno e successore di Sant'Antonio, in questa cappella sotto la mensa dell'altare vi è la sua tomba.
Ai due lati della cappella ci sono delle piccole panche dove sedersi e pregare. Al beato Luca Belludi si rivolgono in particolare gli studenti per essere sostenuti nel percorso scolastico.

 

CAPPELLA DELLE RELIQUE
Un'altra tappa importante dopo la tomba è la Cappella delle Relique, in cui sono custoditi i ricordi della vita di Sant'Antonio e alcuni suoi parti la lingua, il mento, i denti, l'avrambraccio sinisto, le cartilagini laringee e altre relique della ricongnizione dei suoi resti mortali. In questa cappella si vede una grande cassa di legno di abete rivestita di quattro teli di lino e sopra di essi due due drappi dorati finemente ricamati; una seconda cassa più piccola a due scomparti disuguali e con il coperchio percorso in lunghezza da una cordicella con tre sigilli la tonaca; ecc.

 

CAPPELLA DELLE BENEDIZIONI
Proseguendo la visita alla basilica, troviamo la Cappella delle Benedizioni, aperta dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19:30 (18:30 orario invernale), sabato dalle 8 alle 16 e domenica dalle 13:30 alle 16. La Cappella è chiusa durante le messe della domenica mattina e le solennità. In questa Cappella troviamo un sacerdote che benedici coloro
che desiderano farsi benedire e/o benedire oggetti. Gli affreschi in questa cappella sono di Pietro Annigoni e sono sul tema "la tragedia del peccato".

 

CAPPELLA DI SAN GIACOMO
La Cappella di San Giacomo è stata affrescata da Altichiero da Zevio con le storie di S. Giacomo, questa cappella e' uno splendido esempio dello stile gotico. Si trova di fronte alla cappella dell'Arca di S. Antonio.

 

CHIOSTRI DELLA BASILICA DEL SANTO
La Basilica del Santo ha quattro chiostri: del noviziato, della magnolia, del generale, del besto Luca Belludi.

 

CHIOSTRO DEL NOVIZIATO
Il chiostro del noviziato è così chiamato perchè su di esso prospettano le stanze dei novizi. La visita è consentita solo a gruppi accompagnati da religiosi della basilica.

 

CHIOSTRO DELLA MAGNOLIA
Al chiostro della Magnolia si accede dalla porta sud della Basilica, questo chiostro è così chiamato per la presenza di una "Magnolia grandiflora" che s'innalza al centro, pianta nel 1810. All'interno di questo chiostro troviamo tombe, monumenti e lastre; inoltre vi è il negozio del Messagero, una piccola erboristeria, gli uffici del Messaggero di Sant'Antonio e l'Ufficio Informazioni.

 

CHIOSTRO DEL GENERALE
Il Chiostro del Generale, è chiamato così perchè su di esso si affacciano in particolare le stanze del Genrale dell'Ordine. Il chiostro risale al 1435, è in stile gotico ed è opera di Cristoforo da Bolzano.


MOSTRA ANTONIANA
Nel chiostro del Generale, vi è la mostra Antoniana ch'è una realizzazione audiovisiva per conoscere la vita di Sant'Antonio e la continuazione delle sue opere. La visita dura 25 minuti e ne vale sicuramente la pena è realizzata in modo splendidamente bene e tecnologico. La visita è allestita in nove lingue diverse oltre all'italiano, in inglese,
tedesco, spagnolo, francese, portochese, polacco, rumeno e croato. La mostra è gratuita ed aperta dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17:30. La sala in cui viene trasmessa questa realizzazione audiovisiva può contenere circa 100 persone; e qui a mano a mano si vedono sulle tre pareti della sala delle immagini e una voce spiega il significato delle varie immagini mostrate, qui viene descritto l'aspetto di Sant'Antonio, i dati sulla devozione al Santo e una statistica dei fedeli che ogni anno si recano alla Basilica, le opere di aiuto ai più bisognosi iniziate da Sant'Antonio e continuate ora da altri frati, i libri e la rivista il Messaggero; alla fine c'è una sala dove ci si siede e qui
viene raccontata la vita di Sant'Antonio e dei miracoli a lui legati.


NEGOZIO DEL MESSAGGERO
All'interno della Basilica, nel chiostro della Magnolia vi è il negozio del Messaggero, ch'è piuttosto grande; qui si possono acquistare libri e numerosi souvenir ricordo del Santo. Quando sono stata in visita alla Basilica sono stata molto tempo all'interno del negozio per scegliere libri e souvenir vari per me e da regalare. Come tipi di souvenir hanno un vasto assortimento di tutti i tipi e i prezzi vanno dai più abbordabili da un 2-3€ a prezzi molto, molto più elevati. Con l'orario legale il negozio è aperto orario continuato dalle 8 alle 18:50, mentre d'inverno dalle 8 alle 18:20 con orario continuato di domenica e nei giorni festivi.


UFFICIO INFORMAZIONI
All'entrata del Chiostro della Magnolia, vi è l'ufficio informazioni della Basilica del Santo, aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00. Fornisce informazioni su attività liturgiche nella Basilica, mostra sulla vita del Santo, attività di stampa Messaggero di S. Antonio, manifestazioni socio-culturali all'interno della Basilica. Per contatti Tel. 049 8225652 - E-mail: infobasilica@santantonio.org


ORARIO DI APERTURA DELLA BASILICA
Orario solare 6:20-19:00
Orario Legale 6:20-19:45
Sabato e Domenica chiude sempre alle 19:45 dopo l'ultima Messa.

 

ALTRE INFO SULLA BASILICA
In uno dei chiostri della Basilica vi sono i servizi igienici

 

SITO INTERNET
La Basilica di Sant'Antonio di Padova ha un sito internet ch'è www.basilicadelsanto.org, appena si entra sul sito si vede l'immagine di Sant'Antonio e la facciata della Basilica; in basso vi è la scelta della lingua, si può consultare il sito oltre che in italiano, in inglese, spagnolo, tedesco, francese. Il sito è facile da consultare e ricco d'informazioni


ESPERIENZA PERSONALE
La Basilica di Sant'Antonio ce l'ho nel cuore, perchè è molto bella e si sente molto la devozione per questo Santo; poi per me è un posto particolarmente caro, essendo il luogo di culto del mio Santo; in quanto mi chiamo Antonia, proprio perchè mia madre quando mi aspettava ebbe una minaccia di aborto, e allora fece il voto a Sant'Antonio che se tutto sarebbe andato bene avrei portato il suo nome; e così credo che sia normale il mio particolare affetto per questa Basilica; ma non è solo questo, pur essendoci stata da bambina, prima di ritornarci quest'anno, ho sempre custodito
molto chiaramente e limpidamente i ricordi legati alla Basilica di Sant'Antonio e quando ci sono stata quest'anno era come se mancassi solo da pochi giorni, invece sono passati molti anni dalla precedente visita. Consiglio a tutti quanti di visitare la Basilica di Sant'Antonio perchè è splendida e un luogo di culto molto bello. Io non vedo l'ora di ritornarci e invidio molto i padovani e comunque in generale chi trovandosi più vicino, può recarsi alla Basilica del Santo tutte le volte che vuole.     

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post